Prima e dopo - Sostituzione di scala a chiocciola interna
SCALE A CHIOCCIOLA

PRIMA E DOPO - SOSTITUZIONE DI SCALA A CHIOCCIOLA INTERNA

06 Feb 2019
3314 0

 

La nostra rassegna di progetti di scale realizzati nel corso del nostro lavoro prosegue con un “prima e dopo” in cui SpezialeScale è autore sia della struttura originaria sia dell’operazione di restyling.

 

Il progetto di una nuova scala a U

 

Il committente in questione è infatti un nostro affezionato cliente, che circa vent’anni fa ci aveva commissionato l’installazione di una scala interna per la propria abitazione e che oggi ci ha contattato nuovamente per richiederci un intervento di ammodernamento che desse una rinfrescata a tutto l’ambiente.

 

La struttura originaria consisteva in una scala a chiocciola a pianta tonda, situata a ridosso dell’angolo formato da due pareti dell’ingresso, che conduceva al piano superiore dell’appartamento. Per la sostituzione della scala abbiamo elaborato un progetto su misura che ha previsto sin dall’inizio la conservazione del vano, in modo intervenire in modo non invasivo, e l’installazione di una piccola scala a giorno tipologia ad U.

 

La scelta di questa soluzione, come già analizzato sul nostro blog, consente alcuni importanti vantaggi: in particolare in termini di comodità, dal momento che lo sviluppo della rotazione della scala a U permette di raggiungere il piano superiore risparmiando un giro all’interno della scala stessa (nel nostro caso, partiamo a sinistra per arrivare a destra, mentre nella precedente scala a chiocciola partenza e arrivo erano entrambi sulla sinistra).

 

 

Le caratteristiche della nuova scala

Prima e dopo - Sostituzione di scala a chiocciola interna: Immagine 4
Prima e dopo - Sostituzione di scala a chiocciola interna: Immagine 4

 

Un secondo punto di forza della scala tipologia ad U, che ha indirizzato la nostra scelta, è sicuramente una migliore occupazione degli spazi rispetto alla scala a chiocciola a pianta tonda.

Con la nuova struttura, infatti, sono stati occupati anche gli angoli, che pur non sfruttabili come spazio per il passaggio (si andrebbe a toccare la soletta con le spalle) consentono di ingrandire la pedata della scala e ottenere così una linea di camminamento più larga: la conseguenza è che il buco diventa interamente spazio utile e non vi è più il bisogno di inserire il corrimano di protezione, che ridurrebbe ulteriormente lo spazio del vano tondo.

 

Grazie a un accurato lavoro di analisi e campionamento dei materiali, durante appositi sopralluoghi in loco, l’opera di sostituzione della scala interna all’abitazione del nostro cliente ha permesso di ottenere il risultato desiderato: con la sua struttura in ferro di 8 mm, in colore grigio antracite medio, pedate in rovere naturale coordinate al pavimento in legno e ringhiere in acciaio inox orizzontale, la nuova scala conferisce un tono decisamente più moderno alla casa e coniuga alla perfezione le esigenze estetiche a quelle di comodità e praticità.

Prima e dopo - Sostituzione di scala a chiocciola interna: Immagine 3
Prima e dopo - Sostituzione di scala a chiocciola interna: Immagine 4
Prima e dopo - Sostituzione di scala a chiocciola interna: Immagine 5

Ci sono 0 commenti

Lascia un commento